A Rebibbia esperti falegnami ed informatici

Consegnati il 15 gennaio ai detenuti gli attestati di qualifica professionale

 

Esperti in falegnameria, infissi in alluminio, informatica e recitazione. A 68 detenuti della casa di reclusione di Rebibbia l’Assessore all’Istruzione della Regione Lazio, Silvia Costa, ha consegnato il 15 gennaio gli attestati di qualifica professionale e di frequenza dei corsi di formazione sostenuti e finanziati attraverso il Fondo sociale europeo dall’Assessorato regionale nell’ambito del progetto Sfide.

La cerimonia di consegna è stata organizzata dal Direttore del penitenziario, Stefano Ricca.

Il progetto ‘Sistema Integrato di Formazione per Detenuti’ (SFIDE), che è stato ideato e realizzato dall’Associazione temporanea di scopo il cui ente capofila è Enaip Lazio e che ha visto coinvolti oltre 700 allievi in corsi professionalizzanti, è parte del progetto Chance, promosso e finanziato dall’Assessorato Istruzione e messo a punto in collaborazione con l’Ufficio del Garante dei Detenuti e i Direttori di tutti i penitenziari della Regione, nonché con la rete delle scuole del Lazio presenti nelle carceri (in particolare i Centri territoriali permanenti) e con l’Università Tor Vergata.

Tre sono le linee di azione del progetto Chance, in via di conclusione nei 14 istituti di pena della Regione. Innanzitutto l’attività di formazione, promossa dall’Ats capeggiata da Enaip Lazio, che ha attivato 68 tirocini presso le imprese. Ulteriori laboratori sono stati messi a punto dalla stessa Ats nei penitenziari della regione, per attività di pasticcere, pizzaiolo, piastrellista, imbianchino, grafico, esperto di produzioni vegetali e di riparazioni radio-tv. Inoltre, la formazione universitaria, realizzata nel nuovo edificio di Rebibbia (in collaborazione con l’Ufficio del Garante e con l’Università Tor Vergata). Infine, l’istruzione scolastica, con attività integrative dell’azione dei Centri territoriali permanenti del Lazio e della sezione scolastica presso Rebibbia, coordinata da Tils, capofila del partenariato che ha vinto questa parte del bando.

“Questa ‘sfida’ ha portato ad un risultato davvero importante: persone in stato di detenzione hanno ottenuto una qualifica professionale grazie al proprio impegno ed al sostegno della Regione, che ha creduto in questo progetto – ha detto l’Assessore Costa – Soprattutto è importante il collegamento tra la formazione professionale e le concrete prospettive lavorative. Due detenuti che hanno ottenuto la qualifica di falegname sono stati assunti da una cooperativa di falegnameria di Rieti, in collaborazione con Rebibbia, che presenterà domani alla stampa, a Rieti, il risultato del loro lavoro.”

“L’esperienza di Sfide e di Chance – ha proseguito l’Assessore – rappresenta una buona pratica che intendiamo proseguire mediante lo stanziamento di ulteriori fondi regionali (in collaborazione con l’Assessorato regionale alla Sicurezza), la prosecuzione dei corsi e l’implementazione di nuovi laboratori, in settori che ci saranno indicati dai Direttori dei penitenziari della Regione. All’interno del carcere, infatti, si sta formando un centro multifunzionale che può mettere a disposizione servizi e prodotti sia all’interno che al di fuori del penitenziario, restituendo dignità e prospettive di lavoro e di vita a chi ha vissuto un periodo di grande difficoltà” ha concluso Silvia Costa.

Fonte: (tratto da www.abitarearoma.net)

A Rebibbia esperti falegnami ed informaticiultima modifica: 2009-01-19T18:58:00+01:00da mizio1267
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento