Rom a Settecamini: l’esito della fiaccolata di protesta

Una delegazione di manifestanti il 22 gennaio è stata ascoltata

 

Centinaia di cittadini si sono recati il pomeriggio del 22 gennaio, a Piazza Venezia, per la fiaccolata contro la localizzazione del campo rom tra Setteville Nord e Settecamini. Striscioni, fiaccole e cori hanno caratterizzato la protesta. Una delegazione di manifestanti è stata fatta entrare nell’aula consiliare “Giulio Cesare” nella quale aveva appena avuto inizio il consiglio comunale. Dopo qualche minuto, il manipolo di attivisti, alzatosi in piedi con in mano ognuno un foglio con su scritto “no al campo rom”, ha iniziato ad urlare verso l’assemblea. “no al campo rom”, “Alemanno devi riceverci” “noi i rom non li vogliamo”. Questi gli slogan della protesta prima che un gruppo di vigili urbani intervenisse sequestrando i fogli ed invitando la delegazione ad uscire dall’aula. Ma il consigliere del PD Ozzimo e del PDL Cosimo, sono intervenuti schierandosi in difesa dei cittadini tanto che che il presidente del consiglio comunale, dopo un breve parapiglia in aula, si è visto così costretto a sospendere la seduta. Giornalisti e telecamere sono accorsi, dando la possibilità alla delegazione di spiegare ulteriormente le ragioni del no al campo rom. Infine i manifestanti sono stati ricevuti dai capigruppo a cui hanno consegnato la documentazione della protesta ed elencato tutte le carenze del nostro territorio.

“Chiaramente non abbiamo ottenuto una smentita delle notizie circolanti – spiega il Comitato civico Tocca a Noi- ma era prevedibile. Siamo stati comunque ascoltati e ci è stato confermato che le nostre motivazioni saranno prese in considerazione. L’importante è che la protesta continui seguendo la strada dell’efficacia mediatica, facendo capire alle istituzioni coinvolte la nostra ferma volontà di opporci a qualsiasi decisione di creare un nuovo campo rom”.

Fonte: (tratto da www.abitarearoma.net)

Rom a Settecamini: l’esito della fiaccolata di protestaultima modifica: 2009-01-23T16:41:00+01:00da mizio1267
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento